La Convenzione sui diritti dell’uomo e la biomedicina, proclamata ad Oviedo il 4 aprile 1997, ha fissato sia i principi fondamentali applicabili alla pratica quotidiana della medicina, che quelli rilevanti per la ricerca in campo biomedico.  La Convenzione è stata sottoscritta dalla maggior parte degli Stati membri dell’Unione europea (in Italia, la convenzione è stata ratificata con la legge n. 145/2001, ma l’iter di ratifica non è stato ancora completato).

Sul sito del Consiglio d’Europa sono disponibili il testo integrale della Convenzione (in inglese) e tutte le traduzioni. La traduzione in italiano è scaricabile qui: Convenzione di Oviedo.

Nel 2005 sono stati approvati il protocollo addizionale alla Convenzione, riguardante in modo specifico la ricerca biomedica, ed il relativo documento esplicativo, che trattano in particolare i seguenti argomenti:

  • ruolo dei Comitati etici
  • informazione per i partecipanti alla ricerca e consenso
  • protezione per le persone non in grado di fornire il proprio consenso alla partecipazione
  • ricerca svolte durante la gravidanza e l’allattamento
  • ricerca con persone in situazioni cliniche di emergenza.