La Consulta delle Società scientifiche per la riduzione del rischio cardiovascolare, che rappresenta dieci Società operanti in diversi ambiti (tra le quali FADOI, AMD, SID, FIMMG), si è inserita nel dibattito sui Comitati etici, pubblicando sul proprio sito un documento dal titolo “Comitato unico di bioetica?“, a firma del prof. Giovanni Corrao (Statistica medica ed epidemiologia clinica dell’Università Milano-Bicocca).

Il documento della Consulta individua tre azioni che potrebbero essere sufficienti a rendere più efficiente il sistema, limitando “incompetenze ed autoritarismi”. Le riportiamo testualmente:

  1.  che i Presidenti dei CE siano scelti da una lista di personalità selezionate dal Ministero della Salute, sulla base di curriculum e manifestazione di interesse;
  2. che i CE siano sottoposti a meccanismi di verifica della loro azione non solo in relazione ai tempi entro i quali espletano le pratiche di revisione, ma anche all’adeguatezza dei pareri rispetto alla normativa vigente in tema di buona pratica della ricerca clinica;
  3. la promozione di specifiche iniziative formative tese a migliorare le professionalità dei CE.

La proposta della Consulta è stata pubblicata anche su Il Sole 24Ore Sanità del 3 novembre 2015.

Il 13 novembre, a Verona, metteremo a confronto le proposte che sono state avanzate finora e prepareremo il contributo di RICERC@.

Vi aspettiamo!