Nelle fasi che precedono la pubblicazione degli articoli, le risorse economiche dedicate alla ricerca medica sono in buona parte sprecate per cause legate alla bassa qualità metodologica dei protocolli, alla scarsa qualità del reporting e alla mancata pubblicazione dei risultati.
Secondo Paul Glasziou, a questi sprechi nella ricerca andrebbero aggiunti quelli derivanti dalla mancata diffusione delle conoscenze fra i ricercatori stessi e fra il personale sanitario cui concorrono gli accessi a pagamento, le restrizioni al riutilizzo e alla ripubblicazione degli articoli, oltre alle barriere linguistiche.

Link: The role of open access in reducing waste in medical research. Plos Medicine 2014; 11 (5): e1001651